Mpow Thor, cuffie bluetooth ripiegabili

Come si può ascoltare la propria musica preferita andandosene in giro per la casa o in ufficio senza che familiari e colleghi abbiano da ridire? Basta avere delle cuffie senza fili, ovvio. Mpow ha pensato a delle cuffie senza fili che siano anche comode da mettere in borsa e da portare in giro con se, il modello Mpow Thor.

Confezione

La scatola è in cartone riciclato fine, con un adesivo bianco e azzurro con nome e caratteristiche del prodotto. All’interno ci sono le cuffie ripiegate e avvolte in uno strato di airball. E’ incluso un cavetto microUSB nero per caricare gli auricolari, un cavo audio a doppio jack per il collegamento cablato, un depliant con le istruzioni in inglese e una sacca richiudibile con laccio.

Mpow Thor

Le cuffie Mpow Thor sono ripiegabili, di tipo over-ear con connessione Bluetooth 4.0, il che offre un minor consumo energetico. Se il dispositivo a cui vogliamo collegarle non dispongono di bluetooth possiamo collegate il cavo audio con doppio jack in dotazione.

Tutti i comandi per gestire l’ascolto e le eventuali telefonate si trovano sulla cuffia sinistra (L). Mpow ha scelto una soluzione particolare per quanto riguarda la gestione del volume, la pausa e riproduzione, il salto al brano successivo, cioè un cursore unico. Al di sotto c’è un pulsante con il simbolo del power e di una cornetta telefonica che serve ad accendere le cuffie oppure rispondere ad una chiamata in arrivo oppure a richiamare l’ultimo numero memorizzato. L’ingresso microUSB per la ricarica è sulla cuffia sinistra.

La cuffia destra (R) è priva di pulsanti o collegamenti. Su entrambe è presente il vistoso logo Mpow.

La batteria interna a 3.7V è di 250 mAh in grado di funzionare per circa 8 ore. Per la carica occorrono circa 2-3 ore collegando il cavo microUSB alla cuffia sinistra.

Prova

Sono completamente nere, fatta eccezione per la stampa del logo sui lati e dei testi in prossimità di pulsanti. Prima di indossarle vanno aperte, facendo ruotare le cuffie sull’archetto. Inoltre la parte dei padiglioni auricolari non è fissa ma si può inclinare di pochi gradi per adattarsi ai lati della testa. Anche la distanza è regolabile, dato che tirando un po’ le cuffie si possono allungare di circa 2,5 centimetri. La parte interna dell’archetto che poggia sulla testa è imbottita, mentre la parte esterna è in plastica rigida con effetto soft-touch. Coprono bene le orecchie isolando sufficientemente dai rumori esterni.

Premendo il pulsante del power per 2 secondi gli auricolari si accendono facendo sentire un suono tritonale. Quando è acceso il led lampeggia di azzurro ogni 3 secondi.

Per eseguire la prima connessione (pairing) al dispositivo occorre premere il pulsante di accensione per circa 5 secondi fin quando il led lampeggia a intermittenza rosso e blu. Sullo smartphone viene quindi visto come “MPOW Thor”. L’associazione via bluetooth è semplice e avviene immediatamente.

Il volume è molto alto, per cui l’ho tenuto a circa 1 terzo. In più ho modificato l’equalizzazione tramite l’app AudioFX sul mio OnePlus One di prova. Ho usato Spotify con dei brani Rock ed Heavy Metal che quindi richiedono più attenzione per gli alti. Nello specifico brani di Steve Vai e degli Avantasia per intenderci. Per alcuni brani ho notato qualche effetto che con altri auricolari o cuffie non avevo sentito, come delle seconde voci che in altri ascolti non avevo notato. In seguito ho cambiato completamente genere passando alla musica elettronica ascoltando Invincible di Deaf Kev e altri brani dubstep di Skrillex, bassi pompati e musica ben definita. Per quel che riguarda il parlato, ascoltando un canale radio di notizie sportive, ho notato le voci leggermente più profonde, ma in maniera quasi impercettibile rispetto al mio ascolto abituale.

Sempre sulla cuffia sinistra è posizionato il microfono. Premendo per un attimo il pulsante della cornetta ho fatto si che lo smartphone avviasse la ricerca vocale. La frase pronunciata tramite il microfono delle cuffie viene riconosciuta perfettamente.

Ho avuto un po’ di difficoltà nell’abituarmi al cursore del volume. Volendo alzare il volume si deve tenere premuto il cursore verso l’alto per circa 2 secondi fino al bip. Se si lascia prima si effettua il salto al brano seguente. Per la pausa occorre premere lo stesso cursore verso l’interno. Quindi un metodo a cui occorre abituarsi.

La connessione bluetooth è continua senza buchi di riproduzione anche se si cammina da una stanza all’altra anche con più di tre pareti di mezzo. Comode quindi se si vuol continuare l’ascolto anche volendosi allontanare dal dispositivo, sia esso uno smartphone o una TV dotata di bluetooth. Con la possibilità anche di ripiegarle e portarle comodamente con se.

Acquisto

Le cuffie Mpow Thor sono acquistabili su Amazon da questo link

Author: Admin

Share This Post On
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: