Hikam A7, telecamera di sorveglianza da esterno

Ho già parlato di HiKam con il suo modello S5, oggi vediamo un alto modello di telecamera di videosorveglianza pensato per gli esterni, il modello HiKam A7.

La confezione include la videocamera, le due antenne da avvitare, una basetta in metallo, un alimentatore elettrico per presa europea, alcune viti per fissare la telecamera a muro, delle guarnizioni nel caso si utilizzi la connessione ethernet e diversi depliant di istruzioni, italiano compreso. Una volta posizionata è gestibile tramite app, disponibile sia per iOS che Android.

QUI <— la video prova

Caratteristiche Tecniche

  • Sensore da 1.3 Megapixel, video HD fino a 720p (1280×720 pixel)
  • Lente  di alta qualità, con bilanciamento automatico del bianco ed esposizione automatica
  • Sensore di luminosità e 24 LED a infrarossi per la visione notturna
  • Sensore di movimento e allarme anti intrusione
  • Microfono e altoparlante incorporati, permettono la comunicazione bidirezionale per parlare e ascoltare
  • Connessione senza fili WiFi oppure tramite cavo Ethernet
  • Antenna a 433MHz per collegarsi ad altri sensori di presenza e sensori di chiusura della porta (non inclusi) 
  • Memoria interna da 16 GB
  • Supporto dello standard ONVIF per il collegamento a NAS Sysnology
  • Totalmente protetta dalla polvere e dalle ondate d’acqua, conforme IP66

Primo collegamento

L’operazione iniziale di collegamento è semplice, basta seguire le indicazioni riportate sul depliant. Si installa sul proprio smartphone l’app Hikam. L’aggiunta della telecamera può avvenire tramite AirLink, che viene consigliato, oppure in maniera manuale. L’AirLink dovrebbe fare tutto in automatico, con una serie di lievi bip che indicano la ricerca in corso. Sull’app si digita manualmente la chiave di protezione della rete wifi a cui la telecamera deve collegarsi. Un suono conferma la connessione, poi sull’app si può assegnare un nome, ad esempio “ext” per l’esterno, il PIN iniziale, 123, da cambiare subito dopo con uno di almeno 6 cifre, e poi l’associazione è fatta.

A questo punto l’associazione si lega non solo alla rete wifi, ma al proprio account Hikam, per cui anche cambiando rete, o andando fuori casa collegandosi ad un altro wifi oppure ad una rete 3G, si possono visualizzare le riprese della HiKam A7.

E’ possibile effettuare la connessione anche tramite cavo ethernet. La telecamera ha un cavetto sul retro per agganciare un connettore RJ45 nel caso in cui la si fissi in una zona raggiunta dal cablaggio domestico. Poichè la telecamera è pensata per gli esterni, e quindi soggetta ad intemperie, la confezione include una serie di guarnizioni per isolare anche il collegamento via cavo.

Salvataggio dei filmati

La Hikam A7 ha una memoria interna da 16 GB in cui vengono salvate le riprese in formato AV che sono visualizzabili comodamente tramite l’app selezionando il menù “Riproduzione”. Ma come esportare le immagini se la memoria microSD è integrata nella telecamera e non si può estrarre? La Hikam mette a disposizione un software per PC a cui collegare il proprio account da cui poi esportare i filmati convertendoli in formato MP4. Sempre con questo software si può accedere alla telecamera in rete locale anche senza connessione ad internet.
Lo standard ONVIF la rende configurabile anche con un NAS, prova che al momento non ho eseguito

Sensore di Movimento

Ho provato il sensore di movimento, in grado di rilevare il movimento di una persona che si introduce nell’ambiente entrando nell’inquadratura. Come per la piccola S5 anche la A7 funziona bene in quanto non segnala falsi allarmi vedendo muoversi foglie o nuvole all’esterno dell’abitazione. Grazie al sensore di movimento poi l’app consente di salvare solo i filmati in cui si rileva una intrusione, evitando quindi registrazioni di immagini statiche. L’elenco è salvato con data e ora in una sezione dedicata subito consultabile dall’app. Si può impostare un  sonoro trasmesso dalla videocamera stessa, come ad esempio il suono di una sirena. Personalmente sconsiglio questa opzione per evitare suoni di disturbo per i vicini di casa.
Inoltre l’antenna a 433MHz consente l’interconnessione agli altri rilevatori di movimento che qualcuno ha installato in casa, in modo da integrarla nel proprio sistema di sicurezza. 

Email di notifica

Quando scatta un allarme, con un movimento rilevato, si può impostare anche l’invio di un’email con allegato in formato JPG. Queste arrivano all’indirizzo che si è specificato:

da: alert@hikam.de tramite amazonses.com 
oggetto: Attention: alarm from camera ‘ext'(1234567:motion detection)
proveniente da: eu-west-1.amazonses.com
firmato da: amazonses.com
crittografia: Standard (TLS)

Dear User,
    Please check the attached picture for more information.

La prova del buio

Quando cala l’oscurità la telecamera continua a funzionare, attivando automaticamente la modalità a infrarossi. Con il buio si attivano  i vari led intorno alla telecamera che illuminano l’ambiente nell’infrarosso fino a circa 15 metri. Ho fatto la prova di sera inquadrando un balcone all’esterno, con una luce debole di un lampione lontano. Le immagini in bianco e nero sono mostrate in maniera nitida sullo schermo dell’app, andando soprattutto ad evidenziare la presenza di una persona che si distingue chiaramente. Ho provato anche una situazione di buio all’interno di casa. In questa situazione le riprese arrivano anche laddove i nostri occhi non vedono, individuando nettamente le sagome degli intrusi, me stesso nella prova. Alla riaccensione della luce le riprese tornano da sole normali e si riprende a mostrare il colore. Nel filmato di prova che ho realizzato, nell’ultimo minuto si nota quanto sia rapido il passaggio da infrarossi a luce visibile.

Audio bidirezionale

E’ dotata di un microfono per trasmettere l’audio ambientale verso l’app. C’è anche un altoparlante che tramite l’app trasmette un messaggio a chi si trova in prossimità della telecamera. Il volume mi è sembrato basso, ma probabilmente per il livello di volume impostato sullo smartphone.

Conclusioni

Un dispositivo professionale da fissare all’esterno della casa da lasciare lì per anni a sorvegliare, che è solido lo si sente dal peso. Riprende in alta qualità, anche al buio col suo sensore ad infrarossi. La gestione con app è semplicissima Addio a indirizzi IP e port mapping da configurare, una sola app per gestire il tutto da smartphone e un software sul PC per esportare i filmati. Ciò che non ho provato è l’utilizzo con un NAS e l’associazione ad altri sensori a 433 MHz. Una ottima telecamera, solida e realizzata con ottimi materiali destinata a durare.

QUI <— la video prova

Acquisto

La HiKam A7 è acquistabile su da questo link

hikam-a7

Author: Admin

Share This Post On
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: