Destek V2 – Visore VR per Smartphone

La realtà virtuale ci affascina. Poter esplorare luoghi che non conosciamo stando seduti sul divano di casa, vivere esperienze diverse senza dover sostenere costi esorbitanti ci affascina…e questa generazione di visori VR può aiutarci a trasformare questa utopia in realtà, vediamo come!

<<<QUI>>> la video recensione!

Confezione

La scatola nera lucida nei suoi bordi, è molto elegante, e riporta nella parte frontale la foto del vr, mentre il logo viene stampato nelle sezioni superiori e posteriori. Si apre a slide, e all’interno contiene il vr vero e proprio, ed una piccola bustina di plastica con all’interno un tag nfc e due spessorini in gomma, ed il manuale di istruzioni, piuttosto scarno.

Materiali e indossabilità

Il VR Destek V2 vero e proprio è in plastica nera con inserto grigio ed il logo stampato sulla parte frontale. La parte che va a contatto con il viso è rivestita in gommapiuma, per aumentarne la comodità, con gli Head Strap regolabili, grazie al velcro con il quale sono rivestite. Troviamo inoltre due regolatori a rotella, uno che regola la profondità delle lenti (per aiutare chi porta gli occhiali, che sotto questo VR non sono indossabili) e uno per aumentarne la distanza orizzontale, per adattarlo ad ogni tipo di schermo di cellulare. Di solito questi VR, se indossati a lungo, causano una forte sudorazione, ma grazie al frontalino rimovibile, la ventilazione sarà notevolmente aumentata.

Uso

Per cominciare, la prima cosa da fare e allineare il lettore di cardboard al nostro VR, facendogli leggere, tramite lo scanner, il QR Code corretto. Effettuata questa operazione, basterà inserire il cellulare all’interno del VR per poter cominciare ad usarlo. La visione è nitida, grazie ai regolatori, anche a chi ha problemi di vista. Se usato con due cuffiette in ear, la sensazione di trovarsi all’interno della scena ripresa si farà molto più forte. Ad esempio l’ho testato con un video di montagne russe, e in alcuni passaggi sentivo davvero la sensazione di vuoto allo stomaco tipica di queste attrazioni. L’unico difetto riscontrato è la mancanza di un magnete che funga da pulsante, come accade in altri cardboard. Io ho risolto usando appunto, il magnete di un altro cardboard, ma è comunque una operazione abbastanza complessa senza un alloggiamento specifico. Comunque se volete fare una esperienza VR senza costi eccessivi, questo visore può fare a caso vostro.

Acquisto

Logo sito

 

Author: Raffaele Fasano

Appassionato di Tecnologia, Fotografia e Musica. Amo i Videogames, gli anime, libri e film, sopratutto fantasy.

Share This Post On
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: