Aukey DR-H2 Telecamera da auto

Una dashcam è una telecamera da automobile che riprende quello che succede fuori dalla vettura o all’interno, a seconda di dove viene rivolta. Abbiamo già parlato dell’Aukey DR-H1, ma ora vediamo il modello successivo, Aukey DR-H2 che è molto diverso dal precedente. La differenza sostanziale sta nel controllo tramite app da smartphone con cui la dashcam si connette tramite WiFi. 

Può registrare in maniera continua la situazione attorno la vettura senza intralciare la vista mentre si guida. La legislazione italiana è ancora lacunosa riguardo l’utilizzo di tali riprese, ma certamente potrebbero fornire immagini utili per la risoluzione di controversie. La confezione include la piccola dashcam, il cavo per il collegamento alla batteria dell’auto, il cavo per il collegamento all’accendisigari, il manuale multilingua con italiano compreso, certificato di garanzia di 24 mesi. Necessita di una scheda di memoria microSD non inclusa nella confezione.

QUI <— la video prova

 

Caratteristiche tecniche

La dashcam DR-H2 non ha uno schermo esterno che mostra le immagini riprese, cosa che potrebbe essere una distrazione alla guida, per cui non se ne sente la mancanza.

  • Sensore Full HD 1920×1080, 30 fps, con angolo di visuale fino a 170°
  • Microfono integrato per la registrazione audio
  • Registrazione continua, con sovrascrittura dei video più vecchi
  • Registrazione automatica all’accensione dell’auto
  • Salvataggio automatico allo spegnimento dell’auto
  • G-Sensor che salva il video in caso di incidente
  • Configurazione in WiFi tramite app su amartphone

E’ dotata del G-Sensor che in caso di impatto, dovuto ad un incidente stradale, salva il video automaticamente. Dispone di connettività WiFi come access-point per la configurazione tramite smartphone.

Installazione

Si può scegliere se fare un collegamento rapido e temporaneo, oppure un collegamento fisso, optando tra i due tipi di cavi che sono forniti nella confezione.

La DR-H2, come il modello precedente, si può installare molto facilmente utilizzando il cavo da collegare all’accendisigari. Il cavo è ricoperto in tessuto ed è molto lungo, potendo arrivare dall’accendisigari alla zona dello specchietto passando attorno al cassetto portaoggetti sul lato del passeggero. Questo tipo di alimentazione ci mette anche a disposizione una porta USB da 1.5 A per caricare un altro dispositivo contemporaneamente.

Oppure si possono utilizzare i cavetti specifici per l’impianto elettrico dell’auto, ma in questo caso ci si deve rivolgere ad un elettrauto oppure ad un amico di fiducia che sappia dove mettere le mani.

La telecamera poi si fissa grazie al supporto adesivo 3M, una volta rimossa la pellicola protettiva l’adesivo si incolla saldamente alla superficie scelta, sia essa dietro lo specchietto retrovisore, sia la parte interna del parabrezza, come ho fatto io. Questa è stata la mia scelta in modo da avere sempre una immagine centrale, senza dover di volta in volta fare spostamenti di regolazione. Consiglio di posizionarla abbastanza distante dallo specchietto. altrimenti i led e i pulsanti sono coperti e difficilmente utilizzabili.

App Wifi telecamera spettatore

La DR-H2 non ha un display, ma si può configurando collegando uno smartphone ad essa tramite WiFi. La dashcam infatti trasmette come se fosse un access point, ma senza accesso a internet. Il nome SSID è “AIT-Streaming-Demo-AP” e la chiave di rete da digitare è “1234567890”. Se appare la notifica riguardo la rete senza accesso ad internet occorre confermare.

L’app è scaricabile inquadrando il codice QR presente sul manuale, dato che non è presente sul Play Store di Google. Si chiama “Wifi telecamera spettatore”. La lingua italiana è supportata.

Dal menù “telecamera controllo” e “impostazioni fotocamera” si imposta la qualità video, la rilevazione di movimento, la frequenza a 50Hz o 60Hz, il bilanciamento del bianco e l’esposizione. Importantissima è l’impostazione dell’orario che si sincronizza con il nostro smartphone, altrimenti riparte dal 2015.

Da “telecamera anteprima” vediamo quello che la dashcam sta inquadrando, utile soprattutto per orientare correttamente la telecamera per centrare la strada. E’ visualizzato anche l’orario.

Da “telecamera file sfogliare” si possono rivedere gli spezzoni di video salvato nella microSD inserita nella dashcam.

Video salvati

Sul lato destro, dove è indicato TF, si può inserire una scheda microSD per salvare i filmati. Sono supportati formati da 512 MB classe 6 fino a 32 GB. Ho provato ad inserire una microSD classe 4 e i video non vengono memorizzati. Le immagini riprese vengono salvate in formato .MOV a 30 fotogrammi per secondo. Ciascuna ripresa viene spezzettata ogni minuto. I file raggiungono circa 85 MB ciascuno e vengono chiamati MOV_0123.MOV con il numero che cresce in automatico. Si possono raggiungere e superare le 6 ore di registrazione. E quando lo spazio termina i filmati vengono cancellati e sostituiti dalle nuove riprese. Viene di default registrata in sovrimpressione anche la data e l’orario. Per impostare la risoluzione dei filmati a 720p oppure personalizzare la data occorre collegare uno smartphone tramite WiFi altrimenti è impossibile capire cosa selezionare usando solo i pulsanti.
Ho provato anche ad inserire una microSD da 64 GB senza registrare nulla, in quanto questa capacità non è supportata come anche dimensioni maggiori.

MICRO SD DURATA
512 MB 6 minuti circa
1 GB 12 minuti circa
2 GB 24 minuti circa
4 GB 48 minuti circa
8 GB 1 ora e 36 minuti circa
16 GB 3 ore e 8 minuti circa
32 GB 6 ore e 15 minuti circa

Prova su strada

Ho provato la dashcam su strada, installandola sulla mia auto con adesivo applicato al centro del parabrezza, e alimentazione tramite accendisigari che ha un led rosso. Quando si accende il veicolo la registrazione parte in automatico sia per video che per audio.

La dashcam rimane fissa e stabile anche passando più volte su strade dissestate e con delle buche.

Le immagini sono molto nitide e i dettagli sono perfettamente distinguibili di giorno. La visione grandangolare riesce ad inquadrare tutta la strada percorsa, compresi le strade affluenti agli incroci. Le targhe si distinguono bene anche ad una certa distanza. Ho provato a guidare in un percorso urbano, in centro città per poi spostarmi in periferia.

Le immagini notturne sono anche di buona qualità, ma in questo caso per via della scarsa luminosità ambientale, le luci dei fari delle auto e dei cartelli stradali risultano abbaglianti, e anche le targhe dei veicoli non sono facilmente leggibili.

Una dashcam di ottima qualità, specie per la comodità di utilizzo che non necessita di alcun intervento di avvio della registrazione. Le immagini sono molto ben definite e con una memory card dalla massima capienza di 32 GB si può registrare un bel viaggio.

QUI <— la video prova

Acquisto

La dashcam Aukey DR-H2 è acquistabile su Amazon da questo link

Aukey DR-H2

Author: Admin

Share This Post On
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: